RIABIZ & PARTNERS S.R.L.

Condizioni generali di fornitura

Versione n.1/2018

Le presenti condizioni generali di contratto annullano e sostituiscono tutte le precedenti

 

Art. 1

DISPOSIZIONI GENERALI

Le presenti condizioni generali, reperibili e consultabili alla home page della RIABIZ & PARTNERS S.R.L. al seguente indirizzo web: www.riabizandpartners.com, disciplinano tutti gli attuali e futuri contratti di fornituratra le parti, salvo eventuali deroghe per il caso specifico puntualmente concordate per iscritto tra le stesse. Le eventuali deroghe alla presente disciplina concordate tra RIABIZ & PARTNERS S.R.L. ed il proprio Clientevalgono solo per la singola fornitura cui esse fanno riferimento e non privano di efficacia l’articolato nel suo complesso, che continua dunque a disciplinare i rapporti presenti e futuri tra le parti eccettuato quanto specificamente concordato per iscritto per il caso specifico. Le presenti condizioni generali di contratto devono intendersi applicabili ad ogni prodotto e/o servizio offerto da RIABIZ & PARTNERS S.R.L. indipendentemente dal riferimento ad un Catalogo e/o Listino Prezzi specifico anche di terze parti. Il Cliente rinuncia ad avvalersi nei confronti di RIABIZ & PARTNERS S.R.L. di eventuali proprie condizioni generali di contratto ed accetta cheRIABIZ & PARTNERS S.R.L. possa modificare unilateralmente il contenuto delle presenti condizioni generali a valere per tutti i rapporti contrattuali successivi con il medesimo Cliente. In nessun caso RIABIZ & PARTNERS S.R.L. potrà essere considerata appaltatrice nei confronti dell’acquirente salvo per il caso che oltre a fornire i beni, si faccia carico anche della posa degli stessi. Nel caso di comunicative e/o documenti contrattuali redatti sia in lingua italiana che estera, le parti convengono che nel caso di dubbio circa l’esatto significato da attribuirsi secondo una lingua piuttosto che l’altra a determinati termini, locuzioni e/o frasi utilizzate dalle parti medesime, debba farsi esclusivo riferimento al significato da esse ricavabile secondo la lingua italiana, da intendersi, per l’effetto, come lingua prevalente ed elettiva.

 

Art. 2

FORMAZIONE ED OGGETTO DEL CONTRATTO.

ORDINI. ANNULLAMENTO ORDINI. NUOVI ORDINI E INTEGRAZIONI. QUANTITA’ MINIME. CESSIONE DEL CONTRATTO E DEI CREDITI

L’ordine dovrà essere inviato a RIABIZ & PARTNERS S.R.L. a mezzo fax o via mail sottoscritto per accettazione dal Cliente, a valere quale proposta d’ordine del Cliente a RIABIZ & PARTNERS S.R.L., sull’apposito modello predisposto da RIABIZ & PARTNERS S.R.L. medesima.

La proposta d’ordine dovrà esser compilata, a pena di irricevibilità, in ogni sua parte (ragione sociale dell’acquirente, indirizzo, referente, codice articolo, recapito telefonico e fax, banca d’appoggio etc).

Le proposted’ordine non sono impegnative per la Venditrice ele commesse siintendono accettatesolo dopoconferma scritta delle stesse. Fa fede tra le parti solo il testo dell’ordine sottoscritto dal Cliente ed in possesso della Venditrice. L’accettazione dell’ordine da parte di RIABIZ & PARTNERS S.R.L. può consistere anche nella sua esecuzione.

Il firmatario dell’ordine è responsabile del pagamento della fornitura anche se commissionata per conto terzi ed in solido con questi.  La firma in calce all’ordine obbliga in solido il firmatario con l’acquirente indicato in intestazione all’ordine senza limiti di tempo, in espressa deroga all’art. 1957 codice civile.

Ogni variazione di quantità, qualità e tipologia dei beni e/o servizi oggetto di fornitura rispettoalla proposta d’ordine sottoscrittadal Cliente deve essere, previamente, accettata da RIABIZ & PARTNERS S.R.L.. Qualora l’ordine non sia stato avviato in produzione da parte della casa produttrice e sia pertanto possibile la modifica richiesta dal Cliente, l’ordine stesso sarà assoggettato all’iter della conferma d’ordine. L’ordine dell’acquirente (sia rivenditore,che non)costituisce proposta ferma ed irrevocabile di acquisto. Nessuno ordine può essere annullato senza placet scritto della VenditriceRIABIZ & PARTNERS S.R.L..Rimane in ogni caso salvo il diritto per RIABIZ & PARTNERS S.R.L. di pretendere il risarcimento del danno nei confronti dell’Acquirente per l’annullamento di ordini, indipendentemente dall’accettazione degli stessi. Le aggiunte ad una proposta d’ordine relativa a fornitura per cui RIABIZ & PARTNERS S.R.L. abbia concordato per iscritto con il Cliente condizioni particolari derogative di alcune clausole delle presenti condizioni generali, saranno assoggettate alla disciplina generale di fornitura di cui al presente articolato, salva contraria volontà delle parti manifestata per iscritto.È concesso a RIABIZ & PARTNERS S.R.L. di cedere a terzi i crediti derivanti dal presente contratto.Analoga facoltà di cessione dei crediti, al pari della compensabilità dei crediti del Cliente con i crediti della RIABIZ & PARTNERS S.R.L., non viene riconosciuta al Cliente.

Art. 3

TERMINI E CONSEGNA

La Venditrice potrà annullare o modificare le dilazioni di pagamento concesse all’acquirente se lo stesso non dia le garanzie promesse o se, a giudizio insindacabile di RIABIZ & PARTNERS S.R.L., le referenze commerciali, economiche e finanziarie dell’acquirente, anche se successive all’inizio della fornitura, non offrano idonee garanzie per il buon fine della stessa oppure in caso di insoluti anche relativi a forniture diverse da quella oggetto di sospensione. Qualora si verifichi l’ipotesi di cui al precedente comma, l’Acquirente è obbligato a ritirare con pagamento contestuale la merce approntata sotto comminatoria dell’esecuzione coattiva prevista dall’art. 1515 del c.c. e del risarcimento dei danni.

Qualora l’Acquirente richieda alla Venditrice di provvedere direttamente alla consegna della fornitura, saranno a carico del primo le spese di trasporto da corrispondersi a RIABIZ & PARTNERS S.R.L. prima dell’effettuazione dello stesso.La consegna della merce non prevede in ogni caso lo scarico della stessa che rimane a carico dell’Acquirente.

Di regola la consegna della merce avviene “franco magazzino”: in tal caso, i beni dovranno essere ritirati dall’Acquirente entro e non oltre 7 giorni dal ricevimento della comunicativa con cui la Venditriceavvisa che la merce è pronta per il ritiro.

Se alla consegna della merce risulteranno differenze tra la proposta d’ordine trasmessa dal Cliente e quanto specificato nella conferma d’ordine, si intende valido ed efficace solo quanto riportato nella conferma d’ordine del Venditore.

I termini di consegna indicati a contratto si intendono solo indicativi e non perentori, riferiti a giornate lavorative decorrenti dal perfezionamento dello stesso, rimanendo inteso che, fintantoché non verrà corrisposto l’acconto di cui al successivo art. 8, l’ordinativo non verrà processato e non decorreranno i termini di consegna medesimi.

In caso di intervenuta decadenza dal beneficio del termine di cui al successivo art. 5, gli eventuali termini di consegna gravanti su RIABIZ & PARTNERS S.R.L. per forniture in corso e/o nuovi ordinativi verranno automaticamente sospesi fino all’integrale pagamento da parte dell’Acquirente delle poste di debito aperte nei confronti della Venditrice, esclusa qualsiasi forma di risarcimento del danno in favore dell’Acquirente.

Eventuali ritardi rispetto al termine di consegna concordato tra le parti non possono dar luogo a risarcimento di danni né ad annullamento o riduzione dell’ordinazione se gli stessi sono riconducibili ad imprevisti, come scioperi, sospensioni di energia elettrica, incendi, difficoltà di trasporti, guasti alle macchine, difficoltà di rifornimento di materie prime, ecc. che costituiscono casi di forza maggiore per la Venditrice. In caso di ritardata consegna della merce approntata, per ragioni non dipendenti dalla Venditrice, decorreranno ugualmente i termini di pagamento dall’avviso di merce pronta e a carico dell’Acquirente decorreranno le eventuali spese di magazzinaggio con esonero della Venditrice da ogni responsabilità per incendio o danneggiamenti.

Se, prima della loro esecuzione, l’adempimento degli obblighi di RIABIZ & PARTNERS S.R.L.sia divenuto – per qualsiasi motivo imprevedibile da un imprenditore del settore con normale esperienza – eccessivamente oneroso in rapporto alla controprestazione originaria pattuita – così da modificare il rapporto stesso in misura pari o superiore al 10% – RIABIZ & PARTNERS S.R.L.potrà chiedere una revisione delle condizioni contrattuali o, in mancanza di accordo entro 15 giorni dalla richiesta, recedere dal contratto senza oneri e/o penali di sorta e senza che il Cliente possa pretendere alcunché a titolo di restituzione, indennizzo e/o ristoro.

Qualora si verificassero dei ritardi nella consegna, il Cliente non potrà comunque risolvere il contratto per inadempimento della Venditrice, eccettuato il caso in cui tale ritardo superi i 60 giorni lavorativirispetto alla data della consegna prevista a contratto e sempre che le cause del ritardo siano imputabili a colpa grave del Venditore.

Art. 4

TRASPORTO. LUOGO DI CONSEGNA. IMBALLAGGI E RESI

La merce viaggia a rischio e pericolo dell’acquirente salvo diversa pattuizione scritta.

La consegna della merce, pertanto ed in assenza di deroghe scritte, si intende SEMPRE effettuata, sia giuridicamente che materialmente, anche ai fini di quanto previsto dalla legislazione comunitaria piuttosto che internazionale, presso la sede della Venditrice in …………………… via ………………………. n. …………: un tanto, anche qualora la RIABIZ & PARTNERS S.R.L. organizzi in proprio e per conto del Cliente il trasporto a destino.

La consegna della merce ad ogni effetto si intende fatta al momento e nel luogo della consegna al vettore o allo spedizioniere ed il contratto si intende concluso sempre presso la sede della Venditrice, anche se le trattative sono state condotte da Agenti o procacciatori che devono sempre intendersi sforniti di qualsivoglia potere rappresentativo della stessa. Rimane salvo quanto previsto al secondo comma del superiore articolo 3.

In caso di non rispondenza tra la quantità dei beni indicata nel d.d.t. o altro documento equivalente secondo la legislazione di riferimento e quella che l’Acquirente dichiara di aver ricevuto, prevale quanto risulta nel documento di trasporto o altro equipollente di cui è parola.

Di regola l’imballaggio standard (imballo in scatole di cartone su palette) non èda intendersi ricompreso nel prezzo convenuto al pari del costo di imballaggi fuori standard richiesti dal Cliente o necessitati, ad insindacabile giudizio di RIABIZ & PARTNERS S.R.L., dalla tipologia di fornitura.

Tali oneri verranno partitamente indicati, ove possibile, nella conferma d’ordine e comunque addebitato al Cliente in sede di fatturazione.

Gli imballi della merce vendutasono conformi alla normativa sia per i trasporti effettuati via terra, sia ferroviari che su automezzi, sia per i trasporti via mare.

RIABIZ & PARTNERS S.R.L.non accetta resi di merce se non espressamente dalla stessa autorizzati previamente per iscritto.

Nel caso in cui RIABIZ & PARTNERS S.R.L. autorizzi per iscritto il reso di prodotti, questi dovranno essere restituiti nel loro imballo originale.

La merce resa dovrà essere accompagnata da un DDT (o documento equipollente secondo la legislazione di riferimento) contenente indicazione della quantità e descrizione degli articoli oggetto di reso. Nel caso di resi non autorizzati da RIABIZ & PARTNERS S.R.L., questi saranno respinti e riconsegnati a spese del mittente al quale saranno addebitate anche le spese di ritiro.

Art. 5

PREZZI

I prezzi devono intendersi come unitari o per quantità o per unità di misura.I prezzi non sono comprensivi degli oneri relativi all’esportazione (dazi doganali, tassa di importazione etc), nonché dei costi di carico/scarico, trasporto e assicurazione, importi che rimangono a carico dell’Acquirente.

RIABIZ & PARTNERS S.R.L.si riserva il diritto di applicare dei sovrapprezzi per consegne in determinate aree geografiche e/o per ordinativi inferiori all’eventualequantitativo minimo.I prezzi, le quotazioni e gli sconti sono suscettibili di variazione senza obbligo di preavviso da parte di RIABIZ & PARTNERS S.R.L.

Tutte le proposte d’ordine ricevute dopo l’avvenuta modifica degli eventualiListini dei produttori, nonché le spedizioni programmate oltre i trenta giorni dalla comunicazione della variazione, sono soggetti ai nuovi prezzi.

Art. 6

CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI E RECLAMI

L’Acquirente prende atto cheRIABIZ & PARTNERS S.R.L.è mero rivenditore di prodotti altrui e che il prodotto oggetto di specifica fornitura potrebbe variare cromaticamente da quello eventualmente visionato a catalogo del produttore o da quello campione fornito dal produttore medesimo: ciò fa sì che si possano riscontrare, a titolo meramente indicativo e non esaustivo, leggere variazioni di dimensioni, piuttosto che di tonalità e/o porosità e/o lucentezza rispetto al campionario o tra diverse partite del medesimo prodotto, non essendo ciò vizio dello stesso, ma sua caratteristica tipica che non ne inficia la qualità.

I reclami di qualsiasi genere e le denunce di vizi apparenti, per essere valide dovranno essere fatte a mezzo posta elettronica certificata o per lettera raccomandata, in lingua italiana, direttamente alla sede della Venditrice, entro il termine perentorio di otto giorni dall’arrivo della merce.

In nessun caso potrà costituire valido reclamo la mancata piena rispondenza del colore del materiale/beni oggetto di fornitura rispetto a quanto rappresentato nei cataloghi forniti da RIABIZ & PARTNERS S.R.L.. I colori degli articoli rappresentati nelle immagini presenti sui Cataloghi, Listini prezzi, Sito Internet dei produttori/fornitoriindividuati dalla Venditrice, Riviste e quant’altro, sono puramente indicativi, come le immagini stesse devono intendersi come puramente indicative della produzione dei fornitori della Venditrice. Il Cliente prende atto che i fornitori di RIABIZ & PARTNERS S.R.L. si riservano di modificare, senza obbligo di preavviso alcuno, le caratteristiche tecniche ed estetiche della propria produzione in funzione della continua evoluzione delle tecniche di produzione e lavorazione della materia prima, garantendo in ogni caso la qualità del materiale fornito.

Eventuali modifiche al prodotto finale apportate da RIABIZ & PARTNERS S.R.L. rispetto agli eventuali esecutivi consegnati dall’Acquirente non potranno mai costituire oggetto di reclamo e/o di contestazione per pretese difformità dell’eseguito rispetto al progettato, facendo, per l’effetto, fede – a tal fine – unicamente gli elaborati grafici definitivi approvati dal Cliente.

Pervenuto il materiale a deposito dell’Acquirente esso si considera accettato e gradito dallo stesso con la firma della bolla di consegna, sia in relazione alla qualità che al numero dei pezzi ed accessori d’uso. La Venditrice non assume alcuna responsabilità per ammanchi od alterazione dei materiali dopo la consegna, qualunque ne sia la causa.

Il Cliente o suo delegato (per tale intendendosi anche il destinatario finale della merce) si impegna ad esaminare accuratamente la merce all’atto della consegna ed a rilevare per iscritto eventuali difformità o danni causati dal trasporto. Colli mancanti, danneggiati o manomessi dovranno essere tassativamente indicati sul DDT di consegna della merce prima della firma dello stesso da parte del destinatario, copia del quale dovrà essere prontamente inviata alla VenditriceRIABIZ & PARTNERS S.R.L. a pena di decadenza dei diritti dell’Acquirente entro e non oltre i 3 (tre) giorni lavorativi successivi alla consegna. Non saranno accettate da RIABIZ & PARTNERS S.R.L.riserve generiche.

I reclami contro le evidenze di fattura dovranno essere fatti in ugual modo entro il termine perentorio di 8 (otto) giorni dall’arrivo della fattura, che verrà emessa entro il termine di legge o convenzionalmente pattuito tra le parti.

Eventuali difetti di conformità non individuabili a seguito della verifica della merce operata all’atto della consegna dovranno essere denunciati dall’Acquirente, a pena di decadenza, a mezzo comunicativa di posta elettronica certificata o lettera raccomandata, in lingua italianadirettamente alla sede della Venditriceprima dell’avvio della posa in opera e, comunque, entro il termine perentorio di 8 (otto) giornidal momento in cui la merce stessa gli è stata messa a disposizione.

Ogni altra forma di comunicativa dell’esistenza di vizi e/o difetti e/o mancanza di conformità della merce compravenduta non sarà idonea ad evitare la decadenza di legge se non effettuata nelle forme previste ai superiori commi.

Art. 7

GARANZIA DELLA VENDITRICE

L’acquirente accorderà alla Venditrice tutte le tolleranze d’uso sulle dimensioni e le tipologie accessorie. Nel caso la merce non potesse essere utilizzata per difetti di materiale o altro oggettivamente imputabili alla Venditrice, la stessa si obbliga a ripararla e/o sostituirla nel minor tempo possibile ovvero, in caso di impossibilità di riparazione e/o sostituzione del prodotto, procedere ad una riduzione del prezzo pagato, esclusi all’acquirente ogni altro diritto o pretesa per qualsiasi titolo. L’entità della riduzione del corrispettivo pagato dall’Acquirente a RIABIZ & PARTNERS S.R.L. non potrà mai superare il 50% del prezzo effettivamente pagato per il prodotto in contestazione ed in ogni caso la determinazione della riduzione sarà rimessa a valutazione di tecnici terzi designati da RIABIZ & PARTNERS S.R.L.

RIABIZ & PARTNERS S.R.L. non presta alcuna garanzia circa la compatibilità dei prodotti da essa venduti con altri prodotti utilizzati dall’Acquirente e/o Cliente finale, né presta alcuna garanzia circa l’idoneità dei prodotti per l’uso specifico voluto dal Cliente finale dell’Acquirente e/o dall’Acquirente medesimo.

La Venditrice non risponde per danni ai beni oggetto di fornitura derivanti da negligenza e/o mancato rispetto delle istruzioni d’uso e/o manutenzione da parte dell’Acquirente e/o di terzi.

L’autorizzazione all’invio di merce in sostituzione a titolo di garanzia deve intendersi sempre condizionata all’effettiva verifica da parte di RIABIZ & PARTNERS S.R.L. della fondatezza delle contestazioni del Cliente: lo stesso sarà tenuto al previo pagamento della merce ordinata in sostituzione, salva la successiva procedura di accredito di cui infra.

L’eventuale accredito avrà corso solo dopo che la Venditrice avrà autorizzato il ritiro, ricevuto di ritorno la merce contestata e verificate le causali del reclamo stesso. Qualora dall’analisi del materiale/prodotto reso le causali del reclamo non fossero imputabili alla Venditrice, l’acquirente non avrà diritto ad alcun accredito. Tutti gli articoli forniti dalla Venditrice sono garantiti, salvo quanto meglio specificato al superiore art. 6, per qualità e lavorazioni a regola d’arte per 12 mesi dalla data di consegna. Non saranno riconosciuti eventuali costi di riparazione eseguiti da terzi senza specifica autorizzazione scritta della Venditrice.

Se incaricata la Venditrice anche della posa/montaggio del prodotto fornito, la stessa presta garanzia annuale di regolare esecuzione, rimanendo onere del committente garantire la perfetta planarità delle superfici d’appoggio e/o, comunque, la perfetta conformità degli ambienti al progetto depositato presso la P.A. competente, in difetto della qual planarità e/o conformità non potrà esser contestato a RIABIZ & PARTNERS S.R.L. alcunché.

Art. 8

MODALITÀ DI PAGAMENTO, IMPUTAZIONE DEI PAGAMENTI, INTERESSI DI MORA

I pagamenti dovranno essere effettuati entro e non oltre 30 giorni dalla data di emissione della fattura, (quanto al 30%, a titolo d’acconto al momento del ricevimento della conferma d’ordine e quanto al residuo saldo, all’atto della consegna della merce con le modalità indicate dalla Venditrice nella conferma d’ordine), salvo diversi accordi scritti tra le parti. Qualora i beni oggetto di fornitura siano realizzati su misura, i pagamenti dovranno essere effettuati, quanto al 50% a titolo di acconto al momento del ricevimento della conferma d’ordine e quanto al residuo saldo, almeno 7 giorni prima della data prevista per la spedizione della merce.

Salva diversa indicazione della Venditrice, avranno efficacia liberatoria esclusivamente i pagamenti fatti direttamente presso alla sede della Venditrice e gli eventuali ritardi saranno soggetti agli interessi di legge secondo la misura prevista dalD.Lgs 231/02, ovvero al saggio legale maggiorato di due punti percentuali qualora la fornitura abbia ad eseguirsi nei confronti di un consumatore. La Venditrice si riserva la facoltà, in deroga all’art. 1193 C.C., di attribuire qualsiasi pagamento ai debiti più antichi, indipendentemente dall’eventuale diversa indicazione dell’Acquirente.

I termini e modalità di pagamento indicati nella conferma d’ordine e nella fattura si intendono perentori e tassativi e non si accettano condizioni difformi se non espressamente pattuite con la Venditrice.

Il mancato e/o ritardato e/o parziale pagamento anche di una sola rata costituisce, per espressa volontà delle parti, fattispecie di grave inadempimento contrattuale del Cliente ex art. 1455 c.c. e costituirà motivo di risoluzione ipso iure del contratto ex art. 1456 c.c. con facoltà in ogni caso per la Venditrice di sospendere le lavorazioni/forniture ancora da eseguirsi, anche se riferite ad altro contratto, restando convenuto che le somme sino a quel momento pagate sono di diritto trattenute dalla Venditrice a titolo di indennità, salvo il risarcimento di eventuali maggiori danni.

In caso di pagamento frazionato, fatta salva la facoltà di cui sopra, gli acconti verranno imputati prima a copertura dell’imposta sul valore aggiunto (qualora applicabile) e quindi all’imponibile del corrispettivo indicato in fattura.

I pagamenti non potranno mai essere sospesi, né ritardati – neppure in parte – per alcun titolo, ed è precluso all’Acquirente di sollevare qualsiasi contestazione prima di aver correttamente adempiuto all’obbligazione di pagamento. Non è ammessa compensazione con eventuali crediti vantati dall’Acquirente nei confronti di RIABIZ &PARTNERS S.R.L. se non previa autorizzazione scritta della Venditrice. Eventuali esenzioni o agevolazioni fiscali dovranno essere specificatamente e preventivamente comunicate dall’Acquirente all’atto dell’ordinativo, in caso contrario la Venditrice applicherà le normali aliquote di Legge.

Art. 9

DECADENZA DAL BENEFICIO DEL TERMINE

In caso di accordati pagamenti rateali, il mancato e/o ritardato pagamento, integrale e/o parziale, anche di una sola rata entro la tempistica convenuta, provocherà l’immediata decadenza dell’Acquirente dal beneficio del termine per le rate successive ex art. 1186 c.c. con facoltà per la Venditrice di esigere l’intero corrispettivo pattuito anche se relativo ad ordinativi diversi. Il rilascio di effetti bancari e, più in generale, di titoli di credito e gli eventuali accordi commerciali pattuiti tra le parti non costituiscono novazione dell’originaria obbligazione di pagamento.

Art. 10

INTERPRETAZIONE – MODIFICHE

Ogni richiamo ai listini prezzi, condizioni generali od altro materiale informativo di terzi fornito daRIABIZ & PARTNERS S.R.L. s’intende riferito ai documenti in vigore al momento del richiamo stesso, salvo non sia diversamente specificato.

Salvi i casi previsti dalle presenti condizioni generali, ogni modifica fatta dalle parti ai contratti cui si applicano le presenti condizioni generali dovrà essere effettuata per iscritto, a pena di nullità. La deroga ad una o più disposizioni delle presenti condizioni generali non deve interpretarsi estensivamente o per analogia e non implica volontà di disapplicare le condizioni generali nel loro insieme. L’eventuale inefficacia di una o più clausole del presente articolato non priva di efficacia l’articolato nel suo complesso che, salva l’inopponibilità della clausola invalidata, continuerà, per il resto a disciplinare i rapporti presenti e futuri tra le parti.

Art. 11

GIURISDIZIONE – LEGGE APPLICABILE – CONTROVERSIE – FORO COMPETENTE

Tutte le forniture ed i contratti conclusi sotto la vigenza delle presenti condizioni generali saranno regolate dalla Legge Italiana e devolute alla cognizione esclusiva del Giudice Italiano individuato secondo quanto riportato al successivo paragrafoe ciò, anche in espressa deroga pattizia ad ogni convenzione internazionale e/o regolamento UE dovesse regolare gli specifici rapporti tra le parti.

Per qualsiasi controversia relativa ad interpretazione, esecuzione, risoluzione dei contratti conclusi sotto la vigenza delle presenti condizioni generali, saranno esclusivamente competenti, secondo valore, il Giudice di Pace e/o il Tribunale di Pordenone, con espressa esclusione di tutti gli altri Fori alternativi e/o concorrenti previsti dagli artt. 18 e seguenti del c.p.c., anche se il pagamento sia convenuto a mezzo Ri.Ba o cambiale/i domiciliata/e presso il debitore e non potrà essere derogata neppure per chiamata in garanzia e per ragioni di connessione o comunione.